fbpx
visitare la città di torino 5 motivi
Giu 19, 2019

Cinque motivi per scoprire Torino

vista sui tetti di Torino

In Italia sono famose le città come Roma, Venezia, Milano. Ovviamente Roma e Venezia sono delle bellissime città, negarlo sarebbe inconcepibile. Se non ci siete ancora stati, andateci, velo consigliamo, si fa almeno una volta in vita sua! (Notate sicuramente che non ci siamo fermate sull’argomento milanese, non è che l’abbiamo dimenticata…). Ma oggi vi proponiamo un’alternativa: Torino!

L’elegante capitale del Piemonte, prima capitale del Regno d’Italia: Torino vi incanterà, ne siamo certe. Ecco come la descriviamo ai nostri connazionali. Vi sveliamo adesso quali sono, secondo noi francesine, le 5 ragioni per scoprire a Torino.

1. L’architettura, un museo a cielo aperto

Piazza San Carlo
Piazza San Carlo

La bellezza si trova anche nell’architettura. Non siamo esperte ma proviamo a rendere la parolaccia Architettura più sexy. Appena si passa la Porta Palatina, Torino sfatta i pregiudizi che avete su di lei. Appena passate Porta Palatina, stupenda porta di epoca romana.
Gli impianti postindustriali dell’epoca della Fiat al parco Dora, sono stati trasformati in parchi degni di Brooklyn, skate park, campi da basket, muri di tag o concerti di electro si succedono tra queste sorprese architettoniche.

Torino è simmetrica. Piazza senza Carlo, il Salotto di Torino, lo illustra alla perfezione. Torino è quadrata come una scacchiera sin dall’epoca romana (grazie Giulio). Dopo il passaggio di Napoleone lo sarà ancora di più. Troppo militare? Scacco matto! Torino è per l’eclettismo e velo dimostra.

Casa Fenoglio-Lafleur
Quartiere Cit Turin

In un battito di ciglia si passa dallo stile barocco allo stile eccentrico Liberty del 900, portando note di rotondità e dolcezza floreale che contrastano con la freddezza della torre Littoria, alias, “Ël dil dël Dus” in piemontese, il dito del Duce. Dall’altra parte del Po, l’imponente basilica della Gran Madre rivaleggia con il Pantheon. Non è ancora all’altezza delle vostre aspettative? Lassù, sulla collina, la Basilica di Superga sorveglia la città. Di fronte a questo monumento della storia non potrete che rimanere senza fiato. E la vista su Torino ne vale la salita.

2. Città di cultura e di Storia

Torino, prima capitale dell’Italia unita, è rimasta per secoli capitale del Duce di Savoia prima di diventare Regno di Savoia. La sua anima sabauda, Torino l’ha sgranata fra i suoi numerosi palazzi. Questa Storia condivisa con il nostro paese la Francia, la città vela racconta mentre passeggiate fra palazzi, chiese di stile barocco e musei nascosti qua e là. Ma lo stile barocco cos’è? Torino barocca è la grandeur, l’esuberanza ma l’esuberanze elegante, perché Torino si distingue anche per questo, la sua eleganza. I palazzi da non perdere sono le seguenti. Iniziamo da Piazza Castello con due palazzi storici:

Palazzo Reale

Palazzo Madama
Palazzo Madama

L’ex residenza della famiglia reale di Savoia e Patrimonio dell’Umanità dal 1997. Questo palazzo, che all’esterno non attira l’attenzione, vi svellerà le sue bellezze una volta dentro! Velo diciamo, sono così in Piemonte, pochi segni di ricchezza esterna, ma una ricchezza c’era. Bastava solo essere invitati per poter scoprirlo.

Palazzo Madama

Si, si leggete bene, questo palazzo diviso in due, tra una facciata barocca e un castello tira il nome dalle Madame Reali. Queste Madame hanno fatto la storia europea e difeso l’autonomia del ducato di Savoia. Due donne, ma non solo, due francesi! (Orgogliose noi?) Governante, conduttrice dell’esercito, figlia del re di Francia, sorella del re di Francia, donne d’arte e cultura, Cristina di Francia e Maria Giovanna Battista di Savoia Nemours hanno chiaramente affermato la loro volontà di trasformare Torino in una città risplendendo al livello internazionale.  Cultura e potere al femminile hanno partorito quel palazzo.

Museo Nazionale del Risorgimento

palazzo Carignano
Uno dei nostri monumenti preferiti a Torino

Culla dell’unità italiana, questo museo ospita il Senato in cui l’Unità dei Regni Italiani trasformando l’Italia in un unico regno fu firmata nel 1861. Si nasconde dietro il maestoso Palazzo Carignagno ex sede del Parlamento Subalpino e si affaccia sulla Biblioteca Nazionale. Sul livello di cultura e storia ci siamo in pieno no?

Reggia di Venaria

Voglia di sfuggire dalla vita mondana della città? I re ci pensarono anche loro e costruirono “palazzine” di caccia qua e là. Palazzo Stupinigi coronato da un bellissimo cervo al sud di Torino. Al nord, al confine del Parco della Mandria, la Reggia di Venaria. Un maestoso edificio, dall’arsenale ai suoi giardini. La mitica Galleria Grande, chiamata per errore Galleria di Diana, dea della caccia, è un capolavoro del famoso Filippo Juvara

3. La gastronomia

Torino è anche enogastronomia. Prima di arrivare qua, ci aspettavamo alla tradizionale pizza e pasta (scusateci, anche noi abbiamo dei cliché da sfatare), ci si scherzava anche sull’insalata russa, chiamata in Francia: insalata Piemontese, chissà perché.  Invece, qua un mondo di nuovi sapori si è aperto a noi. Dall’aperitivo alla cena passando per la merenda con la cioccolata calda, il bicerin e il gelato alla nocciola, Torino ci riserva grandi sorpresi.

apericena piemontese
Apericena?

Torino è anche il caffè, con la Lavazza, ma Torino è soprattutto l’aperitivo con il vermut (fra cui il famosissimo Martini). Ma cosa si mangia? Ecco per voi un menù piemontese:

Menù
  • Antipasti: Vittel toné, Bagna cauda, Carne cruda di fassone battuta al coltello, salsiccia cruda di Bra, tomini delle montagne…
  • Primi: Agnolotti del plin, tajarin al tartufo bianco
  • Secondo: Brasato al barolo
  • Dessert: bunnet o pesche ripiene

Per non farvi girare per Torino cercando disperatamente di mangiare, ecco i nostri posti preferiti:

  • Osteria Al Tagliere, nella zona quadrilatera, con un menù di piatti tradizionali al 100%. http://www.osteriaaltagliere.com/
  • I tre galli, situato nel cuore del Quadrilatero Romano, non è il più economico dei ristoranti ma i piatti sono di alta qualità. L’interiore è molto carino e non appena arrivano le belle giornate, il dehors nella piazzetta respira le vacanze. http://3galli.com/site/ristorante/
  • Casa Broglia, oltre ad essere in un edificio storico e in un posto imperdibile di Torino, Largo IV Marzo, i piatti proposti rispettano la tradizione e il territorio piemontese. https://www.casabroglia.com/
  • La Cantina da Licia, nel centro della città, vicino al Po e non lontano da Piazza Vittorio Veneto. Un menu che non vi deluderà e soprattutto una cantina a leccarsi i baffi! Principalmente vini piemontesi di grande qualità. https://www.cantinadalicia.it/
  • Locanda da Betty nel quartiere San Salvario, ottimo indirizzo in uno dei quartieri più popolari per il fine settimana. Ha anche un locale nel centro di Torino, due indirizzi ma lo stesso gestore e la stessa qualità. http://www.locandadabetty.it/

Ovviamente, per sperare mangiare in questi locali, specialmente durante il weekend, dovrete prenotare in anticipo.

Il consiglio enologico di Ciccia&Cerva. Non potevamo non parlare del vino.

degustazione di vini piemontesi
Torino Wine Week
  • Per il rosso, non perdetevi il Barbera d’Alba, il Gattinara o il giovanotto Ruchè.
  • Per il bianco, ordinate a occhi chiusi l’Arneis del Roero o L’Erbaluce di Caluso.

Ce ne sono tanti altri vini in Piemonte che valgono la pena di esser bevuti… Provatene anche voi e venite a dirci quali sono i vostri preferiti!

Grandi maestri del gusto e chef stellati vi aspettano a Torino. Il Piemonte ha tanto da offrire, vi consigliamo dare un occhio a questo sito : https://www.maestridelgustotorino.com/scopri-i-maestri-del-gusto/

4. L’atmosfera

piazza vittorio veneto
Piazza Vittorio Venete di notte

Se a Torino c’è una cosa da godersi, è l’atmosfera. Torino è magica. Della gente ovunque che ride, di giorno come di notte, la città vive! Musicisti improvvisano concerti fra i portici e sulle piazze della città. Un violoncellista vi sorprenderà suonando su un ritmo Elettro tecno, via Roma un batterista suonerà su delle pentole e dei bidoni, mentre un pianista suonerà Piazza Castello e un altro Piazza san Carlo. Sentirete la musica di Ludovico Einaudi, il bambino prodigio di Torino. Questa musica è diventata famosa in Francia grazie al film “Intouchable” . Torino è una vera e propria sinfonia. Continuiamo la passeggiata … Un gruppo di nonni canterà brani tradizionali di un’altra epoca e ballerà a braccetto con i passanti. Librerie temporanee si apriranno a voi sotto i portici via Po. Tra i monumenti, i musei e i negozi, i torinesi passeggiano, sempre un gelato in mano, ne pioggia, ne vento, ne neve impedirano ai torinesi di mangiare un gelato.

Ogni quartiere ha la sua atmosfera. Atmosfera che chiamiamo in Francia, bobo (Borghese-bohémien), atmosfera popolare o ancora studentessa… Per scoprirle camminate dalle colline al Balon (pronunciato balun), il gigantesco mercato delle pulci. Nel bel mezzo della notte, potrete anche passare dai quartieri animati, pieni di effusioni alla tranquillità delle piazze in un istante. Con l’acqua delle fontane che scorrono per unico rumore e i palazzi illuminati, sono momenti magici.

5. E poi, ultimo argomento e di peso: ci siamo noi!

Una ragione per fuggire o per venire? Celo direte voi! Ma non siete intrigati, curiosi di saperne di più? Su Torino come su di noi? Noi le francesini dell’annata del 91 con un’anima sempre più torinese. E poi, non è che vogliamo fare spoiler ma, sappiate che vi riserviamo una grande sorpresa.
Benvenuti in Game of Torino 😉 Summer is comming e noi vi aspettiamo.

ciccia & cerva blogger francesi a torino
Amélie & Laura

Ecco i cinque motivi per scoprire la splendida città di Torino ! Siete convinti ? Benissimo, non vi lasciamo da soli, venite a leggere “due giorni per visitare Torino” e anche l’articolo sui nostri punti di vista preferiti sempre a Torino! Siamo sicure che non sarete delusi dalla nostra città di cuore 😉

Ciccia&Cerva - Autore

Potrebbe piacerti anche

Comments ( 14 )

  • Alessandra

    Torino è una città che adoro! Mi piace la sua storia, la sua tradizione culinaria e i dolci 😀

  • Anna

    Da torinese questo articolo mi ha resa molto orgogliosa, è vero, Torino è sempre stata troppo associata alla FIAT e pertanto solo città operaia. Invece è una perla rara, che non si mostra con spavalderia, ma come i suoi abitanti, è restia a farsi conoscere!

    • Ciccia&Cerva

      In effetti, siamo arrivate a Torino con un’immagine un po brutta della città avendo studiato solo Torino = città industriale = Fiat. Pero, quando l’abbiamo scoperta, siamo rimaste molto sorpresa di tutta la sua storia, la sua bellezza. Per questo motivo abbiamo cominciato a scrivere su Torino, ci ispira!

  • Dani

    Ho in programma una visita a Torino al più presto… il vostro post mi ha convinto ancora di più ad andarci!

    • Ciccia&Cerva

      Ma dai, grazie! Ci fa proprio piacere leggere questo. Non esitare a dircelo quando ci sarai 😉

  • Virginia

    Torino è una città estremamente sottovalutata, anche se ultimamente per fortuna sta risalendo un po’ la china! Noi amiamo molto Torino, con quelle sue stradine un po’ parigine e i viali alberati

    • Ciccia&Cerva

      Vero! Noi dicchiaramo il nostro amore di Torino a tutti quelli che incontriamo ahah 😀

  • Barbara

    Da torinese ho letto con piacere il vostro articolo, perché offre un punto di vista diverso e decisamente interessante.
    Brave!
    Ammetto di non avere mai visitato i Paesi della Loira, malgrado siano nella mia lista da tempo.
    Spero però di rimediare presto 🙂

    • Ciccia&Cerva

      Grazie! Si, proviamo a parlare di Torino come la viviamo noi 🙂 Ma siamo sempre curiose e leggiamo anche consigli dati da torinesi 😉 C’è tanto da scoprire in questa città.
      Noi invece voremmo poter trovare il tempo di riscoprire la nostra regione. Chissà, forse ci incroceremo nei paesi della Loira 😉

  • Simona

    L’ultimo motivo è quello che mi ha fatto più sorridere. Di certo se passo da quelle parti non potrò che cercare di incontrarvi dal vivo, adesso è una delle cose in cima alla lista! 🙂

    • Ciccia&Cerva

      Ahaha, grazie Simona! Se in più siamo un motivo che fa sorridere abbiamo vinto tutto! Ti aspettiamo per uno spritz o un bicerin allora! 😉

  • Moira

    Io sono cresciuta a Milano e ci vivo tuttora. Torino non mi ha mai entusiasmato e ci sono stata più volte, in diverse stagioni, ma davvero non mi appassiona. Devo dire però che grazie a questo articolo ci tornerò sicuramente. Magari la guarderò con occhi diversi. 🙂

  • Silvia Montis

    Torino è una di quelle città che da anni è presente nella mia lista di viaggi e ogni anno mi ripeto che voglio andarci e poi rimando. Mannaggia! Comunque mi hai dato tanti spunti interessanti, è proprio una città ricca di sorprese.

  • Stefania

    La mia aata Torino è sempre bellissima. Io lo ripeto a tutti all’infinito che è davvero una città che merita di essere visitata!

Commenta l'articolo

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this